OFFICINE BAROLDI LORENZO


Vai ai contenuti

Tipologia scala

Scale per l'agricoltura > Scale monomontanti


SCALA MONOMONTANTE A PIOLI


TIPOLOGIA

È una scala avente una geometria che deriva dal tradizionale metodo di raccolta manuale delle olive, tipico dell'area del lago di Garda.
Per garantire stabilità e versatilità nel suo impiego, in particolare negli uliveti terrazzati dell'Alto Garda, questa scala fu concepita, quattro secoli or sono, con un unico montante centrale dotato di pioli laterali e di un piede a vanga per essere saldamente piantata a terra.
Questa geometria permetteva all'olivicoltore di poter vincolare l'estremità superiore della scala in un ramo a forcella e di salirvi in piena sicurezza, anche su terreni non pianeggianti, requisito questo difficilmente ottenibile utilizzando una tipica scala a due montanti.
Le scale a pioli monomontante in legno, chiamate in gergo scalì, iniziarono, circa quaranta anni fa, ad essere sostituite, per ragioni di sicurezza e di maneggevolezza, con scale in acciaio progettate e costruite dalla Ditta Baroldi Lorenzo.
Le scale monomontanti trovano valida applicazione, oltre che nell'olivicoltura, sia nella fase di raccolta delle drupe che in fase di potatura, anche nella frutticoltura e nella cura del verde in generale.



PROGETTAZIONE e CONFIGURAZIONE

La scala è progettata secondo i criteri generali strutturali di resistenza statica e dinamica della norma europea UNI EN 131.
Essa è costituita da un montante in tubo di acciaio sul quale i pioli vengono saldati di punta, secondo pratica operativa specifica, in modo da non indebolire le sue caratteristiche strutturali a flessione.

Il montante è dotato, ad un'estremità, di un piede in acciaio a vanga per il vincolo a terra contro la torsione e lo scivolamento e, dall'altra, di una parte rastremata per facilitare l'inserimento della scala nei rami della fronda e per costituire una porzione di presa sicura quando l'agricoltore opera con i piedi sull'ultimo ordine di pioli. Questa rastremazione, ovviamente, permette altresì di limitare il peso verso l'alto, ovvero di ridurre il momento sbandante durante la movimentazione in verticale della scala medesima.
I pioli sono costituiti da un trafilato sagomato antisdrucciolo sempre in acciaio, chiuso in testa con un tappo in PVC.
La scala a pioli può avere una configurazione ad un tronco, ovvero a pezzo unico, a due o a tre tronchi, a

seconda dei requisiti che l'utente richiede alla scala medesima: facile trasportabilità anche semplicemente con un'utilitaria, agevole immagazzinaggio durante i periodi di non uso e, soprattutto, versatilità nella lunghezza d'impiego quando si è in presenza di piante di altezza diversa e/o terrazzamenti quindi di vincolo al terreno a quote diverse.

In effetti le scale a pioli della Ditta Baroldi Lorenzo sono completamente modulari e l'acquirente può acquistare, anche dopo anni, il tipo (tronco di base oppure tronco intermedio oppure tronco superiore) e la lunghezza di tronco di cui necessita da abbinare alla scala che già possiede al variare delle caratteristiche delle piante che si trova a coltivare.
Ogni tronco, nella versione a due o più tronchi, si innesta nell'altro tramite un canotto maschio, con tappo calibrato in acciaio per evitare oscillazioni, e un manicotto femmina a baionetta che si sposa con la coppia di pioli del tronco inferiore. I due tronchi sono tra loro assicurati contro lo sfilaggio accidentale (ad esempio quando un tronco si impiglia in una fronda mentre l'operatore sta movimentando la scala) tramite una molletta metallica.
Tutte le scale sono verniciate con trattamento antiruggine che prevede decapaggio, applicazione di un fondo epossidico bi-componente e finitura a smalto.
Le scale monomontanti della Ditta Baroldi Lorenzo, rispondenti ai requisiti previsti dalle norme vigenti (Testo unico sulla Sicurezza), vanno da un minimo di 3,9 m ad un massimo di 8,3 m con un'alzata standard di 40 cm.



Torna ai contenuti | Torna al menu